Family Link | EMDR E LUTTO
Studio di Psicologia a Ferrara.
6483
post-template-default,single,single-post,postid-6483,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

EMDR E LUTTO

[…] La persona non vive e non muore solo in rapporto ad Altri, vive e muore anche in rapporto a sé fin da quando prende coscienza di sé: ecco perché la morte mette in pericolo la Storia, perché la Storia è proprio il tentativo che gli uomini fanno di vivere “per se stessi” cioè come se tutto accadesse tra la nascita e la morte, come se non ci fosse un prima e un dopo in cui ciascuno è “presente”, vivrà o è morto per Altri.” (F. Campione)

DEFINIZIONE
Il termine elaborazione del lutto fa riferimento agli sforzi di coping, attraverso il superamento dei processi che favoriscono la serenità e il riorientamento, necessari ad adattarsi alla perdita di una persona cara.
Il lutto non consiste soltanto nel decesso o nella perdita di una persona cara; infatti, comprende molte altre situazioni in cui una persona è esposta a cambiamenti o perdite, come il lavoro, divorzi o separazioni, aborti, perdite economiche e di status sociale, pensionamento, trasferimento dalla propria città. Normalmente le persone hanno già dentro di loro le risorse per superare una perdita significativa; in certi casi però questo percorso può essere più lungo e difficoltoso, e la persona può faticare ad elaborare il lutto ed a raggiungere la serenità.

QUANDO UN LUTTO DIVENTA COMPLICATO
Si parla di lutto complesso, quando si è in presenza di una compromissione, una distorsione o un mancato completamento di una delle fasi dell’elaborazione del lutto, considerando il tempo trascorso dal decesso.

La perdita traumatica è lo stato di sofferenza per la perdita di una persona cara, quando il lutto per tale perdita è sopraffatto dallo stress traumatico causato dalle sue circostanze, come ad esempio le morti causate da incidenti stradali, calamità naturali, attentati terroristici,…
Un lutto (nel senso più ampio del termine) irrisolto, potrebbe compromettere il benessere della persona, ed è un fattore di rischio per l’insorgenza di disturbi dell’umore quali ansia e depressione. Inoltre, una persona che non ha elaborato il proprio lutto, potrebbe avere problemi ad entrare in relazione con gli altri, a costruire nuovi rapporti significativi ed a mantenere quelli esistenti, dal momento che il lutto è inevitabilmente legato al mondo affettivo interiore ed alla sua trasposizione nei rapporti interpersonali.

COME PUO’ AIUTARE L’EMDR
Un intervento terapeutico, specialmente con EMDR, può essere d’aiuto per alleviare gli aspetti più traumatici relativi alla perdita di una persona cara (ad esempio il momento della comunicazione della notizia, le immagini del funerale, ecc.) in modo da potere elaborare la perdita in un modo più sereno. In particolare si identificheranno i ricordi dei momenti più pesanti o traumatici, allo scopo di riattivare l’innata capacità di elaborazione, che nel caso specifico del lutto spesso si blocca per l’impatto emotivo e la portata traumatica dell’evento.
Quindi l’EMDR nei casi di lutto favorisce l’elaborazione delle varie fasi favorendo l’assimilazione e l’adattamento della perdita. Questa tecnica può essere utilizzata:
– per completare quanto è necessario all’elaborazione del lutto non complesso;
– per evitare gli ostacoli che potrebbero complicare l’elaborazione;
– nel lutto complesso, per elaborare gli ostacoli che possono impedire il completamento efficace dei processi di elaborazione.