Family Link | EMDR IN ETA’ EVOLUTIVA
Studio di Psicologia a Ferrara.
6474
post-template-default,single,single-post,postid-6474,single-format-standard,mkd-core-1.0.2,ajax_fade,page_not_loaded,,onyx-ver-1.4.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive
 

EMDR IN ETA’ EVOLUTIVA

BAMBINI E TRAUMA

Il trauma (dal greco “ferita dell’anima”) è un evento o una serie di eventi che provocano paura intensa o dolore e che infrangono il senso di sicurezza e di stabilità.
Gli eventi potenzialmente traumatici possono essere:

  • Eventi singoli di durata limitata ed esterni alla persona (incidente, terremoto, assistere alla morte di qualcuno);
  • Esperienze stressanti cumulative (perdite o bullismo);
  • Esposizione prolungata a condizioni di stress nell’età evolutiva (maltrattamento, trascuratezza, violenza assistita, vivere con un genitore fragile psicologicamente o traumatizzato).

RICONOSCERE I SINTOMI

Molto spesso i bambini manifestano le loro difficoltà emotive attraverso comportamenti che gli adulti sono chiamati a gestire. I sintomi possono essere molto variabili: ansia, depressione, difficoltà a prestare attenzione, disturbi del sonno o ansia da separazione. Le ricerche (Studio ACES) dimostrano che vi sono degli eventi che possono rappresentare dei fattori di rischio per lo sviluppo di sintomi:
– Lutti
– Separazioni
– Vivere con un solo genitore
– Assistere a maltrattamenti in famiglia
– Incuria
– Segreti familiari
– Malattia di un genitore
– Ospedalizzazioni e malattie del bambino
– Esposizione a critiche, umiliazioni e bullismo.

COME PUO’ AIUTARE L’EMDR

Molte ricerche hanno dimostrato l’efficacia della terapia EMDR per elaborare le esperienze di vita sfavorevoli dei bambini. Gli aspetti vincenti dell’EMDR sono la rapidità dell’intervento, l’efficacia e la possibilità di applicazione a qualsiasi fascia d’età.
Nei bambini, che hanno un cervello estremamente plasmabile, l’EMDR consente di risolvere le situazioni che hanno minato la loro sicurezza, contribuendo così ad una crescita emotiva che porta i bambini verso il benessere.
Nella relazione con il bambino, l’EMDR viene inserito in un setting di gioco, dove il terapeuta accompagna il bambino verso la rielaborazione dei ricordi traumatici avvalendosi dell’uso di disegni e di giochi.